CFD: trading sulle materie prime con IQ Option

Il trading con CFD da oggi con IQ Option si può fare  sulle seguenti materie prime, con un moltiplicatore fino a x150:

Oro — il metallo prezioso noto per preservare il proprio valore nel lungo termine, rimane la scelta di investimento favorita nei momenti di incertezza economica.

Greggio WTI — una delle materie prime più negoziate e un’importante fonte di energia, usato nella produzione del carburante.

Greggio Brent — un altro tipo di petrolio greggio e una materia prima importantissima in termini energetici, destinata alla produzione di carburanti diesel.

Granoturco — ampiamente usato come mangime per l’allevamento, ma anche per la produzione di etanolo, sciroppo di fruttosio e alcune bevande alcoliche.

Grano — un alimento importante che può essere raccolto rapidamente.

Benzina — un prodotto energetico globale utilizzato principalmente come carburante nei trasporti.

Argento — una risorsa naturale molto richiesta in quanto metallo prezioso raro. La maggior parte della sua produzione è destinata all’industria militare, cinematografica e della gioielleria.

Platino — un metallo prezioso raro, comunemente usato nei settori automobilistico, elettronico, aerospaziale e chimico.

Rame — storicamente popolare grazie al suo prezzo e alla sua capacità di sciogliersi facilmente, questo metallo è ampiamente usato in macchinari industriali, cavi elettrici, coperture e impianti idraulici.

NUOVI ASSET SUL FOREX

Sono state aggiunte 40 nuove coppie di valute alla piattaforma IQ Option:

 

cfd

forex

 

Nota bene: Circa il 74-89% dei conti degli investitori al dettaglio perdono il proprio denaro quando fanno trading con i CFD. Devi considerare se puoi permetterti di sostenere il rischio elevato e l’eventuale perdita dei tuoi fondi”

Questi sono i  limiti imposti alla leva sull’apertura delle posizioni dei clienti al dettaglio europei, che variano in base alla volatilità dell’asset sottostante:

  • 30:1 per le coppie di valute maggiori (EUR/USD, USD/JPY, GBP/USD, AUD/USD, USD/CHF, NZD/USD e USD/CAD);
  • 20:1 per le coppie di valute secondarie, l’oro e gli indici maggiori;
  • 10:1 per le materie prime diverse dall’oro e per i maggiori indici societari;
  • 5:1 per i capitali individuali e altri valori di riferimento;
  • 2:1 per le criptovalute.