Notizie di mercato dal 30 luglio al 3 agosto 2018

Notizie forex EUR / USD

È passato molto tempo da quando c’è stata una settimana piena di eventi importanti ed estremamente volatili come questo. L’inflazione e il PIL della zona euro, un incontro tra la Federal Reserve on Monetary Policy e il US Market Market Report sono tra questi eventi. Come al solito, l’Europa inizierà la settimana prima del rilascio dell’inflazione dell’UE nel suo complesso; inoltre, la Spagna, la Germania, la Francia e l’Italia segnaleranno. I dati sulla disoccupazione nei paesi del blocco sono multidirezionali, ma in generale l’UE dovrebbe ridurre l’indicatore dello 0,1%. Influirà positivamente sull’economia dell’Eurogruppo. L’inflazione nell’UE rallenterà intorno al 2,0% (secondo le previsioni), mentre il PIL rallenterà dello 0,3% anno su anno.

L’inflazione in rallentamento e il PIL non permetteranno alla BCE di cambiare la sua retorica riguardo al piano di limitazione del QE e al tasso di interesse crescente più vicino nell’area dell’euro. Influirà negativamente sull’euro a medio termine. Il PIL e l’inflazione UE vedranno la luce martedì.

Al contrario, gli Stati Uniti stanno andando bene. Il PIL è cresciuto dal 2,2% al 4,1% nel secondo trimestre, l’inflazione è in aumento, il mercato del lavoro è forte. I giorni più importanti per questa settimana saranno mercoledì e venerdì. Mercoledì l’FRS terrà una riunione e annuncia una decisione sul tasso di interesse. Questa settimana nessuno si aspetta un aumento del tasso da parte della Federal Reserve, ma il mese prossimo, le possibilità di un aumento sono piuttosto grandi con la stessa crescita economica stabile. Sebbene il presidente degli Stati Uniti abbia criticato la politica monetaria del FRS, il regolatore non ha altra scelta che aumentare il tasso di interesse, il che limiterebbe l’inflazione. Dal momento che se diventa incontrollato, ci saranno problemi con la recessione nel finale.

Venerdì, il mercato del lavoro degli Stati Uniti riferirà, tradizionalmente il primo venerdì del mese. Il numero di persone occupate nel settore non agricolo (NFP) è stabilmente situato nella zona verde, ma, come nel mese precedente, un indicatore del salario orario medio, in cui la crescita è prevista dallo 0,2% allo 0,3%, è ugualmente importante. Anche la disoccupazione scenderà al di sotto del 4,0%. Con un forte mercato del lavoro e aumenti delle retribuzioni, il FRS non avrà opzioni se non alzare il tasso di interesse a settembre-ottobre.

Notizie GBP / USD

La Brexit non dà alcun pezzo alla sterlina britannica. Mark Carney, il capo della Banca d’Inghilterra, ha rilasciato un’intervista all’agenzia Bloomberg questa mattina. Ha riferito sulla ricerca della Banca e le sue esperienze.
“Possiamo scegliere tra una strada di protezionismo, orientata agli equilibri bilaterali di merci e commercio, e un modo per liberalizzare il commercio globale di servizi”, ha detto Carney. La prima opzione costerà all’occupazione, alla crescita e alla stabilità della Gran Bretagna, mentre la seconda opzione può sostenere una globalizzazione più globale e sostenibile.

468x60 Bitcoin banner IT

La Banca d’Inghilterra ha deciso di condurre uno stress test sulla Brexit entro nove mesi. Questo giovedì, il regolatore aumenterà il tasso di interesse dello 0,25%, dandogli così più spazio per “manovre” in caso di complicazioni economiche. La Brexit potenzialmente erratica che si avvicina alla Banca costringe il regolatore ad alzare il tasso al di sopra del minimo di “emergenza” della crisi finanziaria del 2007-2008

Notizie USD / JPY

Come sapete, la Banca del Giappone ha dovuto affrontare un’inflazione testarda e estremamente bassa, che non vuole ostinatamente crescere, nonostante la retorica ultra-soft della Banca e la politica quinquennale di attenuazione qualitativa e quantitativa. L’ultima ottimizzazione è avvenuta nel 2016, il che avrebbe ridotto il tasso di interesse e limitato il rendimento dei titoli di debito.

Haruhiko Kuroda, il capo della Banca del Giappone, ha affrontato un compito estremamente difficile. Lo yen “non presta attenzione” all’attuale politica del regolatore; l’inflazione non cresce. Il capo della Banca intende portare la terza più grande economia del mondo dopo decenni di deflazione.

 

L’incontro della Bank of Japan avrà luogo martedì. Vi sono molte informazioni provenienti da fonti diverse riguardo al cambiamento della politica monetaria da parte del regolatore. Ma scopriremo come avverrà davvero e non di nome domani. Quindi annunceranno una decisione sul tasso di interesse della Bank of Japan, non sono previsti cambiamenti.

Notizie Oro

Quando il dollaro USA ha notizie forti e volatili, recupera anche i beni scambiati in quella valuta. L’oro non fa eccezione. Il calo dei rischi, i disaccordi e le tensioni commerciali nel mondo rendono l’oro un asset sempre meno attraente. L’economia statunitense in rapido sviluppo aumenta in modo significativo l’appetito per i rischi, inoltre, oggi il dollaro USA è di per sé un bene difensivo. La prospettiva di aumentare il tasso di interesse da parte della Federal Reserve cresce ogni settimana. E la possibilità del prossimo aumento di settembre ha quasi raggiunto l’80%.

La settimana è estremamente impegnata, è attesa anche la continuazione della discussione USA-UE sui momenti commerciali. Ricorderemo che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha accettato di non imporre obblighi commerciali alle auto e alle parti europee, dopo una conversazione con Jean-Claude Juncker svoltasi la settimana scorsa. In risposta a queste azioni, Trump vuole che l’UE aumenti le importazioni di soia americana e gas liquefatto. Quale consenso otterranno i leader mondiali? La Cina fa ancora capire che è aperto al dialogo con gli Stati Uniti, ma non ci sono stati ancora successi notevoli nelle relazioni tra Cina e Stati Uniti.

Fonte: FINMAX