Broker forex

Per I trader che vogliono fare trading sul forex e le criptovalute la scelta del broker adatto alle proprie esigenze si rende necessario. Girando tra i siti web forex  sono reclamizzati differenti modelli di negoziazione ognuno con le proprie caratteristiche tecniche vediamo dunque che tipo scegliere:

  • Dealing Desk (DD) : I broker di questo tipo hanno spread fissi ed è lui stesso a fare il prezzo in quanto è controparte diretta. Dispone di una propria sala di negoziazione e ha la possibilità di coprirsi con un ordine uguale o contrario al fine di azzerare il rischio che l’ordine del cliente gli può portare. I prezzi in genere non sono in linea con quelli del Forex e ci sono riquotazioni sul prezzo in quanto l’ordine non viene eseguito al prezzo inserito ma viene proposto un prezzo piu’ alto a causa del cambiamento della situazione di mercato. in genere viene aumentato lo spread.
  • Market Maker (MM): In sintesi è la stessa cosa del broker dealing desk si propone anche esso come controparte del trader.
  • No Dealing Desk(NDD): In questo caso  non disponde di una sala di negoziazione e non propone lui i i prezzi. Si intrappone tra il cliente e il circuito interbancario diventanto un soggetto intermediario. In questo caso il broker ha stipulato accordi con le banche che operano nel forex e da queste si fa dare i prezzi in tempo reale che mette a sua volta a disposizione del trader aumentandoli dello spread. In genere questo tipo di broker applica spread variabili. I broker NDD possono essere STP (Straight Through Processing) o ECN (Electronic Communication Network).

Con la modalità STP la formazione del prezzo è completamente automatizzata dalla banca al trader, mentre con la modalità ECN l’ordine viene messo in un circuito a cui partecipano molti aderenti e la sua esecuzione dipende dalle condizioni di mercato.